Preoccupazione per l’isolamento della stampa italiana in Europa

Parigi, 9 giugno 2019 – In occasione della XIV Assemblea generale l’associazione giornalistica europea ClubMediaItalie - che raccoglie professionisti e pubblicisti italiani operanti nell’Europa francofona - esprime la sua profonda preoccupazione per il degradarsi dell’immagine dell’Italia all’estero dovuta anche all’incertezza sulla progettualità italiana nel settore internazionale dei media che traballa fra il futuro della lingua italiana di Euronews, l'annunciato canale RAI in lingua inglese, la rarefazione degli uffici di corrispondenza dei giornali, per non parlare della chiusura della radio di lingua italiana a Lione, Grenoble e Chambéry.

ClubMediaItalie ringrazia la sensibilità della FNSI che da anni ha compreso l’importanza della missione dell’associazione a difesa del giornalismo italiano di qualità e che opera per il dialogo virtuoso col mondo giornalistico europeo.

Per ClubMediaItalie, già ClubMediaFrance, l’interscambio fra l’Italia e l’Europa non passa solo dai movimenti dei capitali, delle fusioni societarie e dai trattati ma s’iscrive prima di tutto in una informazione efficace che dia respiro ad un giornalismo compiutamente continentale cioè l’unica vera base per far ripartire l’Europa.

Leggi tutto...

CHI SIAMO

Nel migliore dei mondi possibili il concetto di associazione che prediligo è quello che genera ricchezza esistenziale, che trasforma i beni, le risorse e l’entusiasmo in qualcosa di perfettamente tangibile per tutti i soci. Una specie di macchina fantascientifica che genera il miglior futuro possibile per dare senso al passato.

Cosa siamo se non ricordi e voci? Cosa possiamo dare se non testimonianza? Se questo meccanismo un giorno avessimo la fortuna di innescarlo, farlo vivere e prosperare forse avremo dato qualcosa di veramente grande che non esce da una morale, da una fede o da una S.p.A. ma uscirà direttamente dal nostro cuore per dare senso a quello che siamo. (Sul volo Lione - Amsterdam del 13/06/2018) - Paolo A. Valenti

Paolo Alberto Valenti - Presidente

Giornalista e producer presso la televisione europea Euronews ha collaborato alle maggiori testate quotidiane e periodiche italiane. Si interessa prevalentemente alla cronaca internazionale e alla cultura. E' stato redattore di prima nomina presso l'Agenzia ANSA a Roma all'epoca delle due guerre del golfo e poi autore di diverse trasmissioni di Radio RAI.

Leggi tutto: ...

Giacomo Mazzone - Vice Presidente

Responsabile Relazioni Istituzionali e Rapporti con i membri / Sud, European Broadcasting Union - Unione Europea di Radiotelevisione, 56 anni compiuti, nato a Catania il 14/7/1957, è sposato con due figli, quadrilingue (ita-fra-ing-spa), laureato in psicologia (110 e lode) con laurea sulle motivazioni psicologiche dell'ascolto televisivo e della visione cinematografica.

Leggi tutto: ...

Andrea Barolini - Segretario

Elena Fornero Club Media Italie

Giornalista professionista dal 2006, vive a Grenoble (Francia) dal 2011. È coautore del documentario Un jour en Italie, andato in onda sull’emittente franco-tedesca Arte e ha collaborato alla collana di documentari Déchiffrage sull’economia.

Leggi tutto: ...

Maria Bologna

Giornalista per passione e per lavoro, collabora da diversi anni con testate e TV italiane (Gente, Unico, Il Giornale del Piemonte, Globalpress Italia, Rai 1, Telestudio), francesi e monegasche (Le petit journal, Monaco Imprese, L'Editoriale) per raccontare l'attualità, approfondimenti e curiosità dal Principato di Monaco.

Leggi tutto: ...

Roberta Lombardo Hurstel

Roberta Lombardo Hurstel, appassionata di arte, si divide tra Venezia, Strasburgo e Parigi. Dopo una vita trascorsa a Venezia dove si è occupata, tra l’altro, della comunicazione dei Musei Civici Veneziani, come respondabile della struttura, ha intrapreso una carriera di giornalista, organizzatrice di eventi, insegnante e consulente per la comunicazione.

Leggi tutto: ...

Maria Grazia Galati

Maria Grazia Galati, nata a Milano, classe 1967, giornalista pubblicista dal 1995. Formazione in lingue e turismo, lavora per otto anni nella redazione del mensile Gente Viaggi (Rusconi/Hachette). Dal 1993 comincia a vivere e lavorare in tutto il mondo (Londra, New York, Hong Kong, Lisbona) come corrispondente per numerose testate italiane ed internazionali.

Leggi tutto: ...

Paola Cairo

Nata a e cresciuta a Roma (da padre calabrese e madre laziale). Dopo il conseguimento del diploma di maturità classica, ha studiato presso la Libera Università Maria Santissima Assunta di Roma (LUMSA), dove ha conseguito prima il diploma triennale in Giornalismo (1997) con una tesi su : “I media italiani all’estero: TV, radio e giornali fuori d’Italia”, poi la laurea in Scienze della Comunicazione (2000), con una tesi su “La comunicazione delle imprese cooperative”.

Leggi tutto: ...

Giovanna Di Lello

Giornalista e organizzatrice di eventi culturali.

Nata a Hamilton (Canada) e cresciuta in Svizzera (Vevey), si laurea in Lingue e Letterature Straniere (Univ. G. D’Annunzio di Pescara) e consegue un master in Economia della Cultura (Univ. Tor Vergata di Roma).

Leggi tutto: ...

Francesco Rapazzini

Nato a Milano l’11 febbraio 1961

Giornalista professionista dal 1992, vive a Parigi dal 1995. Corrispondente free-lance dalla Francia per diverse testate sia cartacee (Bell’Europa, Charta) sia radiofoniche (Agenzia AreaNews, Radio Città Futura) per le quali segue l’attualità politica, artistica, economica francese.

Leggi tutto: ...

Rita Del Prete

Giornalista ad Euronews dal 1994, il canale televisivo con sede a Lione che informa dal mondo H24, 7 giorni su 7, in 13 lingue.

Leggi tutto: ...

P.A. Valenti, discorso Parigi 2015

Libia, Anatomia di un crimine

Ecco la storia di un film che non avrebbe dovuto esistere. Dalla caduta di Gheddafi, il dittatore del deserto, la Libia è una polveriera. Finito il vecchio regime ecco due stati che si fanno la guerra. Centinaia di milizie armate rapiscono, ricattano, torturano e violentano.

Leggi tutto...

Edito

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5